Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero

Consorzio Tutela Barolo Barbaresco

Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero

Wine In Moderation
"Chi non sa bere non sa nulla"
Nicolas Boileau
o Boileau-Despréaux
detto il legislatore del Parnaso,
1636 » 1711
Roberto Barale

Prof. Roberto Barale


Laureato in Scienze Biologiche, Specializzando della Scuola Normale Superiore di Pisa, contrattista prima e ricercatore dal 1980 presso l’Università di Pisa, è professore ordinario di Genetica dal 1986. Dal 1991 al 1993 è stato direttore del Dipartimento di Biologia Evolutiva di Ferrara. Dal 1993 al 1994 è stato coordinatore del Dottorato in Scienze Genetiche a Ferrara. E’ fondatore e presidente del Consorzio “Ferrara Ricerche”. E’ direttore della Scuola di Specializzazione in Genetica Applicata, Pisa. Dal 1995 al 2003 è stato direttore del Dipartimento di Scienze dell’Uomo e dell’Ambiente dell’Università di Pisa. E’ stato consulente dell’ EPA (USA) e nel 1989 per il Ministero dell’Università e ricerca (Min. Ruberti) per lo sviluppo della Biologia. Responsabile scientifico di numerose unità operative di progetti di ricerca e Coordinatore nazionale del progetto di interesse nazionale (PRIN) sui polimorfismi genetici umani connessi col rischio di cancro. Coordinatore di un progetto di ricerca nell’ambito delle “China-Italy Science and Technology Cooperation” (2000-2002). Le linee di ricerca condotte hanno riguardato inizialmente la genetica molecolare dei lieviti, la citogenetica delle cellule germinali e somatiche di tipo, il biomonitoraggio citogenetico umano, la mutagenesi di base ed ambientale, la genetica di popolazione, la genetica computazionale ed il rapporto tra mutazione e cancro a livello molecolare. Più recentemente, si sta occupando dello studio dei polimorfismi genetici umani connessi alla suscettibilità ai tumori, alle mortalità per malattie cardiovascolari ed alla farmacogenetica con particolare riferimento alle risposta individuale ai farmaci antitumorali ed antidolorifici. Dal 2006 si sta anche occupando della genetica del gusto amaro (famiglia dei geni TAS2R) conducendo analisi genotipiche e fenotipiche in numerose popolazioni studentesche in diversi atenei italiani per studiare eventuali diversità nelle frequenze alleliche e possibile associazione con le preferenze alimentari. Ha collaborato alla realizzazione di una piattaforma di polimorfismi microbici per la loro veloce tipizzazione. Autore di oltre 175 pubblicazioni su riviste internazionali con referees, recensite su PubMed, delle quali 25 sui polimorfismi genetici, oltre a capitoli di libri e proceedings internazionali, di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche divulgative (Le Scienze) ed enciclopedie (UTET). Past-President della Società Italiana di Mutagenesi Ambientale è stato membro del Direttivo della Società Genetica Italiana per due mandati. Nel 2009 è stato insignito dell’Ordine del Cherubino dell’Università di Pisa per meriti scientifici e didattici. Dal novembre 2010 è Prorettore per la ricerca dell’Università di Pisa.