Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero

Consorzio Tutela Barolo Barbaresco

Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero

Wine In Moderation
"Dove non è vino non è amore e null'altro diletto havvi ai mortali"
Euripide,
480 a.C. » 406 a.C.

02.02.2010 - WineNews


LA VERITÀ SUL NETTARE DI BACCO? SI SCOPRE AL CASTELLO DI GRINZANE CAVOUR CHE, DAL 5 AL 7 FEBBRAIO, OSPITA L’INTERNATIONAL SCIENTIFIC WORKSHOP “THE TRUTH ABOUT WINE - LA VERITÀ SUL VINO”.

ASSISE DI RICERCATORI ED ESPERTI ITALIANI E INTERNAZIONALI



Volete sapere tutta la verità sul nettare di Bacco? Allora l’appuntamento è al Castello di Grinzane Cavour (Cuneo), dal 5 al 7 febbraio, con l’International Scientific Workshop “The truth about wine - La verità sul vino”. Un momento di confronto su un tema classico ma sempre di forte attualità: il rapporto fra vino e salute. Parteciperanno esperti e illustri esponenti del mondo accademico europeo e statunitense, chiamati a confrontarsi su tematiche legate alla viticoltura e alle proprietà salutistiche del vino. E saranno illustrati i principali risultati scientifici degli studi condotti dalla prestigiosa Harvard Medical School di Boston.
L’appuntamento è ideato e organizzato dall’Osservatorio nazionale sul consumo consapevole del vino nato in Piemonte a fine 2007, che opera per divulgare le proprietà salutistiche del vino nella consapevolezza che, alla qualità del vino, debba essere associato un consumatore attento che non solo apprezza il prodotto, ma è informato e documentato sui suoi effetti benefici per l’organismo, a patto che il consumo sia moderato. L’Osservatorio nazionale sul consumo consapevole del vino, presieduto da Tomaso Zanoletti, presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, ha un proprio Comitato scientifico coordinato dal professor Attilio Giacosa, direttore scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza.
“La principale finalità delle iniziative condotte dall’Osservatorio - sostiene il presidente Zanoletti - è il contrasto di ogni illogica equiparazione del vino ai superalcolici o ancor peggio alle droghe. Il Workshop internazionale, che simbolicamente apre la stagione vinicola italiana, nasce dalla volontà di riunire esperti autorevoli ad un unico tavolo di confronto, per rafforzare la cultura positiva del bere consapevole. Comunicare che il vino, consumato in modo corretto, non solo non fa male, ma fa bene alla salute costituisce un’azione importante e necessaria per difendere il settore da attacchi ingiustificati”.
“Il vino - afferma il professor Attilio Giacosa - è un alimento caratterizzato da molteplici valenze positive sia in ambito organolettico che salutistico, ed è oggetto di grande interesse nel settore della ricerca sperimentale ed applicata. Attraverso il confronto multidisciplinare fra ricercatori di più Paesi si vuole realizzare un documento di consenso che definisca in modo chiaro lo stato delle conoscenze e tracci le linee programmatiche e gli obiettivi strategici della futura ricerca vitivinicola e delle future opportunità in ambito preventivo, per la difesa del bene più prezioso: la salute”.
E siccome “verba volant, scripta manent”, alla fine dei lavori sarà presentato il “Consensus Statement”, ovvero un documento con le conclusioni acquisite e le prospettive di ricerca futura firmato da tutti i partecipanti al meeting.

Leggi l'articolo originale