Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero

Consorzio Tutela Barolo Barbaresco

Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero

Wine In Moderation
"E poi dove vi piace andate, acque turbamento del vino, andate pure dagli astemi: qui c'è il fuoco di Bacco"
Gaio Valerio Catullo,
87 a.C. circa » 54 a.C.

01.02.2010 - 100vino


"The truth about wine":
La verità sul vino, convegno scientifico internazionale


Eva di Pretoro

Dal 5 al 7 febbraio 2010, al Castello di Grinzane Cavour, l'International Scientific Workshop 'The truth about wine - La verità sul vino'.

Nelle sale della residenza del Conte Camillo Benso di Cavour, alcuni tra i maggiori esperti del mondo accademico europeo e statunitense dibatteranno su tematiche legate alla viticoltura e alle proprietà salutari dell’alimento derivante dall'uva.

Così definisce il vino, il Professor Attilio Giacosa, Direttore Scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza anche Coordinatore del Comitato Scientifico dell’Osservatorio nazionale sul consumo consapevole del vino, organizzatore dell’iniziativa insieme all’Associazione Go Wine.

Diciotto scienziati coinvolti, dieci Università italiane rappresentate. Esponenti di centri d’eccellenza come l’Harvard Medical School di Boston e l’Evry di Parigi.

In programma anche l’intervento del Professor Jaak Janssens dell’ECP – European Cancer Prevention Organization Hasselt (Organizzazione per la Prevenzione del Cancro) e del Dottor Dun Gifford di Oldways, ente statunitense guida al consumo di alimenti corretti per la salute.

Il Professore Attilio Giacosa parla delle motivazioni scientifiche legate al Workshop. Innanzitutto il fattore epidemiologico: consumo abituale di vino equivale ad aumento della durata di vita. Molte ricerche dimostrano diminuzione del rischio d’infarto, calo del rischio di demenza senile, riduzione del rischio di malattia diabetica in soggetti bevitori consapevoli di vino, non di altre bevande alcoliche, sottolinea il Professore.

Si parlerà anche del codice genetico di un vitigno e di composti bioattivi individuati all’interno dell’uva e del vino e significativi per la salute dell’uomo.

All’interno del Workshop un gruppo selezionato dei massimi scienziati e ricercatori del settore discuteranno attraverso un concetto multidisciplinare. “Obiettivo: tracciare le linee per la futura programmazione di ricerca scientifica nel settore vitivinicolo con riferimento a tre grandi macro aree: genetica, genomica e nutrigenomica”. La nutrigenomica studia i rapporti tra il consumo di alimenti e l’influsso sulla genetica dell’individuo.
La prima sessione del programma scientifico è dedicata a questo, afferma Giacosa.

Nella seconda sessione, la realtà enologica e come vinificare vini di grande contenuto salutistico. Poi, le correlazioni tra salute e consumo corretto e consapevole di vino.

"The truth about wine" si chiuderà domenica 7 febbraio alle ore 11,00 con una conferenza stampa.

In tale occasione sarà fatto il punto sulle sessioni di lavoro dei due giorni precedenti e sarà presentato il Consensus Statement del workshop, ovvero un documento con le conclusioni acquisite e le prospettive di ricerca futura firmato da tutti i partecipanti al meeting.

Leggi l'articolo originale